Home page o elenco delle gite in montagna

Monte Paterno/Paternkofel; gruppo Tre Cime di Lavaredo

Siamo arrivati in cima al Monte Paterno due volte, sempre per la via piu semplice: la cengia attrezzata con corde fisse che inizia poco sopra la forcella Lavaredo.
Partendo dal rifugio Auronzo (m.2320) si raggiunge la Forcella Lavaredo per comodo sentiero. Qui ci si innalza sulla destra raggiungendo la base delle rocce della Croda del Passaporto, dove inizia la cengia attrezzata. Subito si incontrano due brevi gallerie. La cengia percorre il versante ovest della Croda del Passaporto ed è molto facile ma attenzione se è rimanasta la neve in un paio di canali che vanno attraversati.
Superato l'intaglio tra la Croda del Passaporto e il Paterno, la cengia continua sul versante opposto (est). Al suo termine, un canale di roccette porta alla Forcella del Camoscio, stretto intaglio sotto la cima del Paterno (m.2744). Questa si raggiunge scalando salti rocciosi attrezzati alternati a tratti detritici. Dalla vetta panorama a 360 gradi su tutte le Dolomiti di Sesto, oltre che sulle Tre Cime di Lavaredo.

Alla forcella arriva il sentiero Innerkofler, che parte dal rifugio Locatelli/Drei Zinnen-Hutte (m.2405). Durante la nostra prima gita sul Paterno l'abbiamo percorso in discesa. Scesi in un canale e superato un salto roccioso sempre con l'aiuto delle corde fisse, si entra nella galleria Paterno, scavata durante la Prima Guerra Mondiale e famosa per essere lunga 800 metri. Portare la lampada e il casco! Usciti dalla galleria in breve si arriva al rifugio Locatelli.

In occasione della seconda visita alla cima del Paterno, siamo scesi per il sentiero delle Forcelle. Esso parte dalla Forcella del Camoscio e, attraverso numerosi intagli (da cui prende il nome), sempre attrezzato e con qualche passaggio roccioso non difficile, porta alla Forcella dei Laghi. Qui inizia la discesa su ghiaione, al cui termine occorre scendere e risalire un intaglio con l'aiuto di corde e scalette. Superata quest'ultima difficoltà, il sentiero in leggera salita porta al rifugio Pian di Cengia/Bullelejochhutte (m.2528). Tutto il percorso offre panorami sulle Tre Cime di Lavaredo e sulle altre montagne delle Dolomiti di Sesto.
Entrambe le escursioni ci hanno impegnato per 7 - 8 ore, procedendo con calma e comprese le soste.


HOME... MONTAGNA... VIAGGI... SPORT... LIBRI... RICETTE